Il paese degli spioni ossessivo-compulsivi

Capisco voler dare una sbirciatina alla posizione tributaria di Romano Prodi e della moglie… ma 128 accessi abusivi mi sembrano un po’ tanto. E per di più effettuati da 128 persone diverse.

Insieme alla notizia dei servizi segreti che preparavano contro-misure nei confronti di magistrati e politici presunti nemici del precedente governo e sommata a quelle dei mesi precedenti, si fa forte l’impressione che il paese faccia fatica a perdere vecchie abitudini, che i “servizi deviati” continuano a non essere solo una favola e che i veri nemici dell’Italia siano più dentro il paese che fuori.

Sognare un poco con 100 milioni di dollari

Interessante, questa mail di Jimmy Wales a wikipedia-l: “Jimbo” chiede alla lista di “sognare un poco” e di indicare alcuni esempi di opere d’ingegno per le quali la comunità non sta facendo un buon lavoro di generare rimpiazzi “liberi” e che sarebbe più efficiente acquistare e rendere liberi. Cose tipo archivi fotografici, libri di testo, archivi di giornali/riviste, ecc.

E chiede di sognare in grande, di immaginare cosa potrebbe essere acquistato per 100 milioni di dollari, perchè la domanda gli è stata fatta da qualcuno che sarebbe in grado di far accadere una cosa del genere.

Un potenziale mecenate delle libertà digitali. Speriamo che la cosa si avveri, e che sia solo il primo di una lunga serie.

Il batterio uranio-filo

Wow. Altro che estremofili. Una specie di batteri trovata in una miniera d’oro 2,8 km sotto-terra non ha bisogno di luce solare per il proprio sostentamento, ma utilizza la radioattività dell’uranio per estrarre idrogeno allo stato gassoso da molecole d’acqua. Poi utilizza l’idrogeno in altre reazioni chimiche da cui trae sostentamento.

Le possibilità sono interessanti: qualche “piccola” modifica genetica, poi si potranno riprodurre su scala industriale e mettere al lavoro in un ambiente di scorie radioattive per produrre idrogeno in surplus da utilizzare per la produzione di energia elettrica. Se solo fosse così semplice …
Via | /.

William Gibson sui segreti

William Gibson sul mantenere i segreti al giorno d’oggi:

Mantenere un segrete sta diventando di una difficolta senza precedenti per tutti, nessuno escluso. nell’epoca del blog, della spifferata, dell’estrazione delle prova e della scoperta dei collegamenti, le verità o salteranno fuori o verranno fatte saltar fuori, presto o tardi. Questa è una cosa che vorrei portare all’attenzione di tutti i diplomatici, politici e uomini di azienda: il futuro, prima o poi, vi scoprirà. Il futuro, brandendo inimmaginabili strumenti di trasparenza, farà ciò che vuole di voi. Alla fine, sarete conosciuti per aver fatto ciò che veramente facevate.

Se uomo PR parla con lingua biforcuta fa male a se stesso e al suo cliente.

Via | Kottke