Category Archives: General

Tesla Supercharger – ricarica gratuita ad energia solare per auto elettriche

Stazione di rifornimento Tesla Supercharger

Elon Musk è l’imprenditore più interessante del momento. Le stazioni di ricarica Tesla Supercharger lo dimostrano ancora una volta:

  • Con mezz’ora di rifornimento si aggiungono quasi 250 chilometri di autonomia
  • Le stazioni super-charger sono ad energia solare
  • Il rifornimento è gratuito

L’impatto potenziale di questi Supercharger è enorme. Se Tesla riuscirà a diffonderli in maniera sufficientemente capillare, l’industria delle auto cambierà completamente.

Difficile resistere all’idea di comprare un auto-elettrica, di per sè ad emissioni zero, che può essere ricaricata comodamente in pochi minuti, con energia generata ad emissioni zero. GRATUITAMENTE.

Spero che Tesla sia veloce a portare queste stazioni di ricarica anche in Italia.

Spero anche che le altre case automobilistiche siano velocissime a copiare questa innovazione.

E già che sono in “a wishing mood”: spero che Tesla collabori con Google per far diventare driver-less le proprie auto.

Errori “umani” anche per Gmail

Il piccolo “errore umano” in Google che ha classificato tutto il web come potenziale malware si era ripercosso anche su Gmail: tutte le mail arrivate nei 40 minuti circa in cui le impostazioni errate erano attive sono state classificate come spam.

Google aveva promesso che avrebbe cercato di rimediare all’erronea classificazione delle mail in ingresso. E stamattina il Google Elite Troubleshooting team ha “delivered”: il mio inbox era totalmente sputtanato: ieri sera avevo 30 mail in inbox (lette ma da gestire). Stamattina ho oltre 14.700 mail in inbox di cui 7.456 da leggere. In massima parte si tratta dello spam degli ultimi 30 giorni, per il resto si tratta di mail rigurgitata dalla varie etichette in cui era stata archiviata.

Ottimo lavoro, Google! What next ? Riordinamento casuale del testo nei messaggi ?

Poveri, soli, deputati

Come al solito, i peggiori ipocriti si annidano nei partiti che maggiormente alzano la voce in difesa dei “valori”.

Il deputato Cosimo Mele, beccato dopo il festino con le squillo a base di cocaina aveva, ovviamente, firmato la proposta di legge per rendere obbligatorio il test antidroga per i parlamentari.

Alle gesta di questo deputato si aggiunge la buffa proposta del segretario del suo partito di una indennità per favorire il ricongiungimento delle famiglie dei deputati lontani da casa e tenerli così più lontani dalle tentazioni. Da leggere quello che pensa Gian Antonio Stella al riguardo.

Ovviamente, è difficile capire come mai l’astinenza possa essere un buon viatico per la protezione dall’AIDS e dalle altre malattie sessualmente trasmissibili, ma sia da escludere per i poveri, soli, deputati, lontani da casa per tre giorni alla settimana. Parecchi mesi all’anno!

D’altronde, 5.486,58 € di indennità netta non possono bastare. Anche se aggiunta ai 4.003,11 € mensili di di rimborso per le spese di soggiorno a Roma. Anche se aggiunti al rimborso trimestrale di spese di trasporto e viaggio di 3.995,10 € (per chi abita a distanze superiori ai 100 km da roma).

Non sia mai che ad un rappresentante del popolo sia chiesto di mantenere una famiglia a Roma con 13.500 € (netti) al mese. O che, alternativamente, i moralisti lo mettano alla gogna se per caso gli scappa di andare a troie e farsi di cocaina per alleviare lo stress e la nostalgia. O che, se proprio va a troie e sniffa, agli stessi moralisti salti in mente di pretendere che il deputato in questione abbia la dignità di dimettersi e non presentarsi più.

Google Video – Reazioni

Il giorno dopo il lancio di Google Video e il mondo sembra uguale. Continuerà a sembrare uguale per qualche tempo. Infatti, mancano ancora molti pezzi, prima che Google Video raggiunga le sue potenzialità.

Un esempio di quanto manchi a Google per diventare una media company è un commento su ./, da parte di un utente che sostiene di riportare fedelmente il dialogo da lui avuto con un rappresentante di Google riguardo al caricamento su Google Video dei loro contenuti:

Io: Come proteggerete dalla copia il materiale protetto da diritto d’autore ?
Google: Ci stiamo lavorando.

Io: Dite che i video possono essere gratis o a pagamento. Come funziona ?
Google: Preferiamo il contenuto gratis, ma potete anche richiedere un pagamento [per i video]. Presto avremo in funzione un meccanismo [per i pagamenti].

Io: Che percentuale vuole Google per i video a pagamento ?
Google: Non abbiamo ancora deciso.

Io: Cosa succede se carico del contenuto gratis e TANTISSIMA gente vuole vederlo ? Come fa Google a guadagnarci ?
Google: Ci riserviamo il diritto di far pagare l’uploader [errore, la FAQ dice che a pagare sarà l'utente che scarica] se il contenuto diventa “molto popolare”.

Io: Definisca “molto popolare”.
Google: Non sappiamo ancora.

Io: Perchè dovremmo caricare i nostri contenuti, se non sapete neanche rispondere a queste domande basilari ?
Google: Dovreste e basta.

Quanto meno è un dialogo plausibile. Tutti aspetti che dovranno essere risolti, prima che Google diventi un intermediario credibile per video commerciali.

Per i curiosi, ecco la patch di Google a VLC (grazie, Antonio). Chris di Bona commenta che i cambiamenti riguardano principalmente l’avvio “in-browser” e le beghe legali relative ai codec. Queste sono irrilevanti per Google, in quanto ha il controllo completo sul formato dei materiali di Google Video, quindi basta un set di codec ristretti che eviti quelli di status legale incerto.

Spider ossessivo-compulsivi

Comincio a stufarmi di questo spider ossessivo-compulsivo che proviene da un IP del Comune di Firenze e che si identifica solo come User-Agent: Java VM 1.4.2:

09:00:12 /archivi/2005/06/06/sorgenti-aperti-e-forze-dellordine/
09:00:12 /archivi/2005/06/06/sorgenti-aperti-e-forze-dellordine/
09:00:49 /archivi/2005/06/06/intel-drm-quale-drm/
09:01:00 /archivi/2005/06/06/chi-e-il-vero-pirata/
09:01:04 /archivi/2005/06/06/intel-drm-quale-drm/
09:01:15 /archivi/2005/06/06/chi-e-il-vero-pirata/

Nel giro di 40 minuti ha scaricato 180 pagine. Il problema è che scarica decine di volte ogni giorno i post presenti sulla home page. Spesso scarica diverse migliaia di pagine in una giornata.

Qualcun altro ha problemi di questo tipo ?

Se il responsabile legge questo post, ho alcune richieste da fargli:

  • Per favore, è inutile scaricare più di una volta al giorno i singoli post di Wikilab: li aggiorno raramente, una volta scritti;
  • Un po’ di debug dell’algoritmo di scaricamento non guasterebbe: due volte la stessa pagina nello stesso secondo ?!?
  • Please, alcuni dettagli nel campo User-Agent, in maniera da poter contattare gli interessati per via privata, e capire il fine del crawling.

Anatomic, Bittorrent distribuito

Anatomic P2P è un altro tentativo (dopo eXeem) di creare una rete completamente decentralizzata basata su BitTorrent. Questo è Open Source, con un sistema di supernodes basato su Gnutella GWebCache.

Visto che oggi è il primo aprile, ho controllato che Anatomic P2P fosse comparso prima, giusto per sicurezza. E’ in uno stato molto embrionale (versione 0.1 beta), ma sembra un progetto “serio”. Attenderò che ci sia qualche torrent disponibile per testarlo.

Una naturale evoluzione delle chiusure dei siti di tracker. Come un idra. Quando le reti p2p totalmente decentralizzate saranno abbastanza diffuse, resteranno solo gli utenti da attaccare legalmente.

[Via Eurotelcoblog]

Il banchetto della banda larga

Telecom “allarga” la banda dell’ADSL a 4 megabit/secondo ? Tiscali e Fastweb controbattono con offerte base che passano a 6 megabit/secondo, fermi restando i prezzi. Interessanti gli effetti di questa strana cosa che si chiama “concorrenza” …

Adesso, per verificare se si tratta di vera concorrenza, basterà semplicemente tenere sotto osservazione alcuni aspetti:

  1. Vedere quanto durerà la strana scelta di offrire una mini-banda garantita sulle ADSL a 4 megabit (20 kbps è proprio pochino …);
  2. Vedere quando (quando ?!?) Fastweb comincerà ad offrire indirizzi IP pubblici ai suoi utenti;
  3. Vedere se Tiscali continuerà ad espellere gli utenti che superano troppo i limiti della connettività ADSL “illimitata”, anche se gli altri motivi per cui ero deluso della connessione ULL di Tiscali sono decisamente migliorati. Attendo di sapere quanto ci metteranno a portarla a 6 mbps;

P.S. Vorrei che i provider si ricordassero anche dell’upload …. inviare grosse mail via ADSL rimane un calvario …

Lentezza o paura della stampa Italiana ?

E’ lentezza o paura, quella che impedisce ai maggiori giornali Italiani di citare l’ottimo lavoro investigativo svolto in collaborazione da il Sole 24 Ore e il Financial Times (un articolo a piena pagina) su come le tracce dello scandalo Oil for Food portino in Lombardia, in particolare sul ruolo del governatore Formigoni ?

Bentornato, Ferruccio de Bortoli.

Immagino che ora cominceranno a circolare proteste riguardo alle ingerenze pre-elettorali, agli scandali ad orologeria. Dagli stessi che erano pronti a condannare senza alcuna prova Kofi Annan per il suo presunto ruolo nello stesso scandalo.

Update: pare che sia solo lentezza, anche se è curioso che compaia l’agenzia sulla smentita prima che sulla notizia ….

Sottomarino a 30 nodi contro una scogliera

Da brivido pensare a sottomarini nucleari d’attacco lanciati a piena velocit (30 nodi e oltre) in immersione, con carte dei fondali non particolarmente aggiornate.

Gli effetti ? Ogni tanto problemi con scogliere inattese. La marina militare americana ha rilasciato alcune foto delle riparazioni in corso sul sottomarino USS San Francisco, che ha avuto un incidente all’inizio di quest’anno.

Riparazioni USS San Francisco

[Via Boing Boing]

Tsunami: video e donazioni

Continuano ad arrivare da Google molti che cercano link a video amatoriali dello Tsunami. Per gli interessati, le risorse più complete sono: Asian Tsunami Videos, Cheese and Crackers e Waxy.org. Se possibile, usate Bittorrent: Waxy.org e Media Experiment.

I gestori dei siti che offrono il download dei video stanno affrontando spese significative. In cambio del servizio chiedono che siano fatte donazioni. Per chi non sa come o cosa donare, Medici senza Frontiere, Unicef, una delle charities linkate da Google, o anche un SMS al 48580.

Comment Blizzard

Wow. Circa 8.000 comment spam mi attendono al ritorno dopo due giorni sul Lago di Garda. Così imparo a non aggiungere “poker”, “holdem”, “casino” e “gambling” nelle parole da usare per marcare come spam un commento ….

Peccato che la notifica è su GMail e si possano selezionare solo 50100 messaggi per volta …

Eventuali commenti giunti nel frattempo hanno una grossa probabilità di essersi smarriti.

Update: Comment spam eliminato.